Italiano
English
User-id

Password

Simone Moro pronto a una nuova impresa

Vuole scalare Broad Peak e K2 in inverno

Simone Moro

"In un'invernale tutto si amplifica all'ennesima potenza. Infernali tempeste di neve, venti a 200 chilometri orari, temperature a 40 gradi sottozero". Così Simone Moro parla della sua nuova impresa "The North face Baltoro Winter Expedition". E questa volta, per il testimonial Intermatica, si tratta di un'avventura al limite delle possibilità umane e finora mai riuscita a nessuno. L'alpinista bergamasco vuole infatti scalare in «invernale» e senza ossigeno il Broad Peak e il K2, nel Karakorum pakistano. La partenza della nuova spedizione è stata lo scorso 24 dicembre dall'Italia. Moro potrebbe diventare il primo alpinista della storia a salire sulla vetta del K2 durante l'inverno, con temperature gelide e venti fortissimi.

Simone Moro ha ormai acquisito una lunga e importante esperienza sulle montagne più impervie della terra. È stato protagonista di ben 36 spedizioni sulle principali catene montuose, di cui sei nella stagione invernale.

Il Broad Peak, chiamato anche K3, è una «vecchia conoscenza» per Simone Moro: lo ha già conquistato da Moro nell'estate del 2003 in poco più di 24 ore (normalmente servono tre giorni). Il K2 è invece il sogno di tutti gli alpinisti e Moro ha già tentato di arrivare in vetta nel 2003, fermandosi però a 7.600 metri a causa delle condizioni meteo contrarie. Nella nuova impresa Simone Moro sarà accompagnato solo da un cameraman-alpinista pachistano.

Progetti come quello del Broad Peak rappresentano l'ultima frontiera dell'avventura intesa in senso classico, con il gusto dell'esplorazione e della sfida solitaria. Moro, che ha ben compreso anche l'importanza della comunicazione, è testimonial dal 2002 di Thuraya - Intermatica che gli fornisce un telefono ed un modem satellitare DSL Thuraya. Grazie a Thuraya DSL riesce ad inviare immagini e resoconti che possono essere viasualizzati sul sito www.simonemoro.com.

In questa nuova impresa Simone collauderà in situazioni estreme le performace del nuovo telefono Thuraya SO 2510 e sarà accompagnato dal nostro Gemat MU che permetterà a tutti i curiosi di seguire passo passo tutta l’impresa dell’alpinista.

Per consultare il percorso tracciato dal Geomat durante la scalata CLICCA QUI

Intermatica